Cover reveal. Rinascita: storie di donne

Autore: Silvestra Sorbera

Editore: Blitos

Genere: Narrativa contemporanea

Sinossi ufficiale

Quattro storie, quattro donne forti che vivono in epoche diverse e combattono, ciascuna a suo modo, per essere libere. Da Rosa che negli anni ’40 viene distrutta da un sistema di regole e tradizioni che non le permettono di vivere la propria vita, fino a Piera, che negli anni ’70 vive in maniera anticonvenzionale pagandone le conseguenze sulla sua pelle. Tra le due, Mita e Sicilia, che invece hanno vinto la propria battaglia contro le convenzioni che le avrebbero volute sottomesse, conducendo infine l’esistenza avevano desiderato. Uno spaccato della vita dell’Italia e della Sicilia in un periodo storico sicuramente difficile durante il quale le quattro protagoniste incarnano i desideri e la lotta di tutte le donne per il diritto all’autodeterminazione.

“Rinascita” di Silvestra Sorbera è un volume che cuce insieme le storie di quattro donne, di quattro epoche, di quattro realtà diverse che ci mostrano uno spaccato della vita dell’Italia e della Sicilia, dagli anni Quaranta agli anni Settanta, dalla sottomissione al riscatto.

Il punto di forza di questi racconti è sicuramente legato all’emotività che le storie scatenano in chi le legge. Narrate prevalentemente in prima persona dalle protagoniste stesse, consentono al lettore un’esperienza immersiva che gli dà la sensazione di essere seduto accanto a suor Rosa, o sul divano insieme alla figlia di Sicilia, ascoltando la narrazione dalla viva voce delle persone coinvolte. Il fatto poi che si tratti di racconti tratti da fatti realmente accaduti li rende ancora più potenti e immediati.

Il tema attorno al quale tutto si svolge è quello della libertà. Autodeterminazione, lo chiameremmo oggi, ma ai tempi di Rosa, Mita, Sicilia e Piera si trattava solo di sentirsi libere dai vincoli imposti da una società che stentava a riconoscere il valore delle donne, relegandole a ruoli predefiniti che potevano essere scardinati solo con una fatica e un dolore che non tutte le donne erano pronte a vivere. Alcune delle protagoniste hanno vinto altre hanno perso la propria battaglia, ma tutte indistintamente hanno condotto vite difficili, sempre lottando e dimostrando una grande forza d’animo nel perseguire i propri obiettivi anche quando, come nel caso di Rosa, quasi non ne avevano consapevolezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...