Recensione. Io sono l’abisso

Sinossi ufficiale Sì, le disse lui col pensiero. Sono stato partorito da una fetida piscina, ho imparato a respirare dentro l’acqua sporca. Quel buco per terra la mia placenta. La melma, il mio liquido amniotico. Sono le cinque meno dieci esatte. Il lago s'intravede all'orizzonte: è una lunga linea di grafite, nera e argento. L'uomo … Continua a leggere Recensione. Io sono l’abisso