Recensione. Fermate il boia

Sinossi ufficiale

Un caso veramente semplice, quello dell’omicidio della signora McGinty, un’anziana domestica rapinata e assassinata in un paesino di campagna. Nel giro di pochi giorni la polizia recupera la misera refurtiva e incrimina il presunto assassino, un nervoso giovanotto che viveva come pensionante a casa della vittima. Eppure, malgrado il processo e la condanna dell’imputato, qualcosa non quadra; e deve trattarsi di gravi questioni se, poco prima dell’esecuzione, persino il poliziotto che ha condotto le indagini si rivolge a Poirot per cercare di chiarire dei dubbi…

Recensione

In un piccolo paesino inglese una signora, che svolgeva la mansione di domestica ad ore presso alcune famiglie, viene assassinio nata e viene accusato è condannato a morte il suo pensionante

Ma il sovrintendente Spence non è convinto e chiama in suo aiuto Poirot. Arguto e attento,l’investigatore belga scandaglia nella vita della vittima e delle persone per cui lavorava, delineando il ritratto di una donna ordinata ma pettegola e forse anche Bugiarda.

Ma chi l’avrà uccisa tra le persone perbene del suo villaggio?

Un’indagine molto interessante ed accurata che la regina del giallo ci serve con la sua prosa chiara e nitida ma stavolta un po’ troppo prolissa nella parte centrale. Per fortuna ci si riprende con il solito resoconto finale che lascia tutti spiazzati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...