Consigli di lettura per una primavera noir da illibraio.it

Alessandro Robecchi con un nuovo capitolo della saga dedicata a Carlo Monterossi, l’ultimo romanzo di John Banville ambientato nei Paesi Bassi e il nuovo personaggio nato dalla fantasia da Massimo Carlotto: il ritorno in libreria di tre protagonisti del noir contemporaneo 

Che ne dite di cominciare la nuova stagione con la lettura di un bel giallo? Qui di seguito consigliamo i nuovi romanzi di tre protagonisti del noir contemporaneo, capaci di dar vita a personaggi memorabili e a trame che non lasciano scampo.

Una piccola questione di cuore

alessandro robecchi sellerio

Autore: Alessandro Robecchi scrive per vari giornali, per la tivù e per il teatro. È stato editorialista di Il manifesto e una delle firme di Cuore, critico musicale per L’Unità e per Il Mucchio Selvaggio. Tra i suoi libri di successo, tutti editi con Sellerio, si ricordano: Questa non è una canzone d’amore (2014), Dove sei stanotte (2015), Di rabbia e di vento (2016), Torto marcio(2017), Follia maggiore (2018), I tempi nuovi (2019), I cerchi nell’acqua (2020) e Flora (2021).
Editore: Sellerio.
Genere: un nuovo capitolo della saga (gialla) dedicata all’autore televisivo e investigatore Carlo Monterossi.
Trama: la Sistemi Integrati, l’agenzia di investigazioni privata di Oscar Falcone e Agatina Cirrielli, si rivolge al quasi socio Carlo Monterossi per il ritrovamento di una donna scomparsa. Una volta chiuso il caso se ne apre immediatamente un altro: la donna stessa li ingaggia per un incarico anomalo e un po’ a rischio. Vuole combinare un incontro con Mino Sanfilippo, un boss con cui è in debito. Ha perso una cosa preziosa che apparteneva a lui e ora ne teme le reazioni. Le cose si complicano quando in un anonimo appartamento di periferia viene ritrovato il cadavere di Federico Bastiani, un uomo della finanza collegato ad Anna e a Mino Sanfilippo.
Consigliato a… chi ama le storie che mescolano thriller e giallo con un pizzico di ironia e vivacità.
Cosa ci è piaciuto di più: come Robecchi faccia di Milano la protagonista assoluta, con le sue periferie, i bar notturni con le luci al neon, i locali malfamati, i centri estetici ma anche i luoghi della movida e i palazzi ottocenteschi.

Il dubbio del killer

Il dubbio del killer di John Banville

Autore: John Banville è nato a Wexford, in Irlanda, nel 1945, ed è conosciuto per la sua prosa precisa e fredda, caratterizzata da un’inventiva Nabokoviana, e per l’umorismo nero del suo spesso malizioso narratore. Tra i numerosi riconoscimenti, anche il Premio internazionale Nonino nel 2003 e il Premio Principe delle Asturie per la Letteratura nel 2014.
Editore: Guanda.
Genere: noir mozzafiato.
Pagine: 268.
Trama: L’anatomopatologo Quirke è in vacanza con la moglie in Spagna, sulla splendida costa di San Sebastián, quando una sera in un locale intravede un volto familiare. C’è una ragazza che assomiglia come una goccia d’acqua a April Latimer, un’amica di sua figlia. Ma non può essere April, perché lei è stata uccisa dal fratello anni prima, un indicibile scandalo che ha scosso una delle più importanti dinastie politiche irlandesi.
Consigliato a… chi abbia voglia di un noir elegante, classico e assolutamente coinvolgente, che cattura il lettore pagina dopo pagina fino al drammatico finale.
Cosa ci è piaciuto di più: il modo in cui, attraverso un fitto e a tratti cupo racconto, Banville cerca di leggere l’animo umano.

Il francese

Il francese di Massimo Carlotto

Autore: Massimo Carlotto è nato a Padova nel 1956. Scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi, ha esordito nel 1995 con il romanzo Il fuggiasco, pubblicato dalle Edizioni e/o e vincitore del Premio del Giovedì 1996. Oltre alla scrittura è anche autore teatrale, sceneggiatore e collabora con quotidiani, riviste e musicisti. I suoi libri sono tradotti in molte lingue e ha vinto numerosi premi sia in Italia che all’estero.
Editore: Mondadori.
Genere: noir, alla continua ricerca della verità.
Pagine: 216.
Trama: Lo chiamano il Francese, e gestisce una “maison” di dodici donne. È un giro medio-alto, il suo, le mademoiselle non lavorano in strada, e non tutti se lo possono permettere. Tutto precipita quando una di loro scompare nel nulla: è lui l’ultimo ad averla vista viva, e quindi il primo sulla lista degli indagati. Il commissario Franca Ardizzone non gli dà tregua, lo vuole sbattere in galera a tutti i costi. E la sua maison fa gola alle bande che gestiscono la prostituzione in zona.
Consigliato a… chi ha già amato i precedenti personaggi di Carlotto e ora vuole conoscere il suo nuovo, iconico protagonista.
Cosa ci è piaciuto di più: il modo unico e inconfondibile con cui l’autore riesce a raccontare la nostra società e gli scheletri che cerca di nascondere nell’armadio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...