Segnalazione. Nel nome di Giano

AUTORE: Rita Mariconda

EDITORE: Words Edizioni

GENERE: Poliziesco procedurale (#2 di una serie di autoconclusivi)

FORMATO: Ebook (2,99 in offerta lancio a 2,69) – Cartaceo (15,90)

RELEASE DATE: 15.12.2021

 

Il romanzo è il secondo volume della serie di romanzi con protagonista il commissario Giano. Il primo è L’altra faccia di Giano (Words Edizioni, agosto 2021)

 

 

DISPONIBILE SU AMAZON E CON KINDLE UNLIMITED

A BREVE IN TUTTE LE LIBRERIE

 

 

La Morte è tornata. 

E ancora una volta insegue il commissario Giano. 

 

 

TRAMA


Promosso a commissario capo, Nico Giano vive a Napoli con la propria famiglia. A scuotere quel rinnovato equilibrio, due anni dopo i fatti di Folina, è un grave incidente che vede coinvolta la moglie Lara. Così, Nico si mette sulle tracce del fratellastro, che ritiene responsabile di quanto accaduto. Quando però lo ritrova morto, con un messaggio per lui, il commissario perde ogni punto di riferimento. Le cose si complicano quando un misterioso serial killer, amante dell’enigmistica, inizia a inviargli messaggi in codice attraverso le proprie vittime.

 
In questo secondo romanzo dedicato alle indagini del commissario Giano, tornano i protagonisti del primo volume, gli ispettori Esposito e Cataldi, Spam, Lara Giusti, insieme con nuovi e accattivanti personaggi tratteggiati dall’abile penna di Rita Mariconda.

 

 

 

BIOGRAFIA AUTRICE:

 

Nata a Torino ma irpina di adozione si è dedicata alla scrittura quando la sua vita ha rallentato l’andatura. Ha esordito con due romanzi storici, ma ama scrivere anche polizieschi. Il tratto dominante che emerge nei suoi lavori è l’ironia.

 

ESTRATTI

 

1. Un grosso boato occupò l’aria. Parole sospese nell’aria. I vetri dei palazzi e dei negozi si sbriciolarono e con i loro minuscoli frammenti crearono una pioggia mortale sulla gente che fuggiva in tutte le direzioni. Gli antifurti suonarono all’impazzata, soffocando con il loro squillare le urla di terrore. La luce offuscata dalla nuvola di polvere rese il paesaggio spettrale. Dopo il rumore, la morte porta sempre il silenzio, il vuoto che si riempie di buio.

Giano rimase pietrificato in fondo alla strada, gli occhi sbarrati fissi su quell’orrore. Il telefono gli cadde di mano, cominciò a correre come un pazzo e arrivato accanto ai resti della sua vettura si rese conto che la sua vita tranquilla si era appena sbriciolata in miliardi di pezzi. 

Il mondo, con tutto il suo peso, calò su di lui, così come il buio che gli oscurò l’anima. Un urlo che non aveva nulla di umano si levò in mezzo a quel caos. Inginocchiato accanto a quello che rimaneva della sua vita, Nico Giano si negò alla propria umanità. 

 

 

2. «E non sarebbe meglio morire di vecchiaia?» Il prefetto era all’esasperazione.

«Preferirei di sì, ma se non è scritto nel mio destino…»

«Il destino. Oh, Gesù Benedetto. Va bene, come vuole lei! Sulla scorta, però, non si discute.» La voce non ammetteva alcuna discussione o rifiuto.

«Certo, così se ammazzano me devo avere sulla coscienza altre morti innocenti e figli privati dei loro genitori. È inaccettabile, non posso permetterlo.»

«È il loro lavoro.» Il tono di voce era diventato più morbido, comprensivo. Quelle parole rispecchiavano l’amara verità: quanta gente rischiava la vita per compiere il proprio dovere? 

 

3. «Allora?» gli chiese Max impaziente.

«Hanno trovato un cadavere a Baia di Bacoli.» 

«E quindi?» incalzò Antonio. 

«Dicono che stringeva un foglio tra le mani con il mio nome scritto sopra.»

«Annamo bbene, aooò, si ricomincia. Psicopatici, arivamo.»

 

4. Il corpo di un uomo di circa quarant’anni, vestito di tutto punto, con i capelli nerissimi e il pizzetto appena accennato, era adagiato su una tavola da surf. La bocca semiaperta lasciava intravedere qualcosa posizionato al suo interno; incollata ai pantaloni c’era una busta gialla con l’intestazione dell’Istituto di previdenza sociale. 

Un agente passò al commissario Giano una bustina trasparente che conteneva un biglietto inumidito dall’acqua marina. Sopra c’era scritto: Nel tuo nome, Giano, prego.

 

 

 

 

SULLA CASA EDITRICE:

 

Words Edizioni è una casa editrice che pubblica libri di diversi generi: romance, fantasy, thriller, narrativa, storici, libri per ragazzi. E lo fa nel modo più semplice possibile: ridando nuovamente importanza e spazio alla Parola, strumento che lega ogni libro al suo lettore, attraverso un lavoro accurato e di qualità sui testi e le immagini.

 

La Parola è il motore della nostra vita sociale ma è anche l’anima profonda di ogni romanzo, Leggere è un atto tanto comune quanto rivoluzionario. Perché un libro è spesso fonte di cambiamento, di ispirazione. Non si è mai gli stessi quando voltiamo l’ultima pagina di un testo. Per questo servono buone letture. Noi della Words Edizioni non ci accontentiamo di pubblicare libri. Vogliamo proporvi buoni libri. Vogliamo donarvi emozioni.

 

LINK AL SITO WEB: https://www.wordsedizioni.it

Un pensiero riguardo “Segnalazione. Nel nome di Giano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...