Recensione. Il segreto di Greta. Romanzo autobiografico di un Investigatore Privato

Sinossi ufficiale

La “Special Edition” di un Romanzo ispirato a fatti realmente accaduti, pensato scritto e pubblicato in ventuno giorni, durante il periodo di pandemia che ha coinvolto l’intera popolazione mondiale, covid-19. Il protagonista Brando Conte nasce dalla penna di un investigatore privato vero. Conosce la mente umana, per lui è come un’altalena: tra intuito e casualità. Nonostante i tanti anni d’esperienza alle spalle, l’adrenalina -sua compagna e amica- resta la stessa del primo giorno. La sua vita non è mai stata tranquilla: ha imparato in fretta il termine azione. Per sopravvivere prima, poi per passione. Una giovane ragazza di quindici anni, Greta Sala è il suo ultimo caso. Il rapimento porta Brando a combattere insidie, tra giochi di potere e verità nascoste. L’investigatore dovrà anche fare i conti con una città dove la guerra non è mai stata dimenticata. Mentre il tempo stringe, tra bugie e inseguimenti alla ricerca della verità, Brando è diviso in due, tra il suo presente adrenalinico ed il suo passato burrascoso. L’attenzione verso una donna che non conosce -ma che incuriosisce- lo porterà davanti a nuovo sentimento: la fiducia. Due tempi uniti tra loro che mostrano l’uomo dall’aspetto e dall’intuito fuori dall’ordinario.

Recensione

Una sorpresa davvero stupefacente: questo è il libro di Oreste Coletta, una prima prova letteraria che lascia ben sperare sulle produzioni future di questo Investigatore privato prestato alla letteratura.

Il punto di forza del romanzo e’ sicuramente la narrazione in prima persona fatta dal protagonista, Brando Conte, un investigatore privato rappresentato a 360 gradi con i suoi dubbi e le sue ansie, i suoi segreti e la sua determinazione, la sua capacità di non arrendersi mai e di perseguire la verità ad ogni costo.

L’autore ha sicuramente attinto alla sua esperienza come investigatore privato per creare questo personaggio così complesso e affascinante, che agisce in un presente complicato ed è tormentato da un passato ingombrante, che il lettore apprende nel corso della narrazione attraverso dei flashback in corsivo che si alternano all’indagine.

Il ritmo veloce e adrenalinico è un altro aspetto che ho apprezzato moltissimo. Essendo una appassionata lettrice di thriller, il fatto che la storia vada avanti veloce con una suspense sempre molto ben tesa e affilata mi ha davvero impressionato favorevolmente.

La trama non ha una sbavatura e lo stile preciso e rigoroso non fa che aumentare il piacere della lettura.

In questo libro ho trovato solo lati positivi e non è sempre scontato trovarli in un’opera prima. Spero proprio che questo libro abbia un seguito e che io abbia ancora il piacere di leggere altre storie uscite dalla penna di Oreste Coletta.

L’autore

Oreste colletta nasce in provincia di Napoli. Appena diplomato comincia con riservatezza la sua attività nel campo dell’intelligence, invertendo l’ordinario processo che porta un investigatore ad intraprendere la professione privata solo al termine della carriera svolte le forze dell’ordine. Si approccia all’arte del investigare libero, fuori da ogni schematismo, affiancando le classiche nuove tecniche di investigazioni e di spionaggio.in parallelo porto a termine con successo il corso di laurea magistrale in giurisprudenza, discutendo una tesi sperimentale in procedura penale con il prof. A. Jazzetti , sostituto procuratore generale presso la corte di appello di Napoli. Amministratore unico della Magnum security Investigations Srl è in possesso di licenza investigativa sia civile che penale e ha partecipato attivamente a diversi processi nei più importanti palazzi di Giustizia d’Italia. Appassionandosi e specializzandosi in ogni campo dell’indagine, da circa 15 anni difende i suoi clienti nei propri diritti individuali ed in quelli di pubblico interesse. Nel dicembre 2020 pubblica il manuale “Difendersi investigando: procedure, tecniche e strategie per un investigazioni vincente, alla ricerca della verità”, mettendo i suoi studi e la propria esperienza professionale a disposizione di nuovi investigatori e di chi, per necessità o per passione, voglia catapultarsi nell’affascinante, complesso e peculiare mondo dell’indagine.

5 pensieri riguardo “Recensione. Il segreto di Greta. Romanzo autobiografico di un Investigatore Privato

Rispondi a Maria Grazia Cuccu Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...