Sabato incipit. Adesso che sei qui

Buon sabato lettori e benvenuti al consueto appuntamento con gli #incipit.

Quello che vi propongo oggi è tratto dall’ultimo libro di Mariapia veladiano Adesso che sei qui edito da Guanda.

Come sempre nella foto taggo alcune persone ma il booktag è aperto a tutti, quindi passate parola, partecipate numerosi, taggatemi nelle vostre storie o nei vostri post e io condividerò i vostri incipit preferiti.

“Lo chiamano esordio
Un giorno di agosto zia Camilla è stata vista passeggiare sulla piccola piazza di Starniglio su cui affaccia la chiesa barocca di San Michele Arcangelo. C’erano più di trenta gradi, il sole infuocava i bolognini del selciato. Spesso nel pomeriggio il paese eàttraversato dall’Ora del Garda, un vento che scende da Passo San Giovanni e porta il fresco anche in piena estate. Quel giorno però l’Ora non si era quasi fatta sentire e anche per questo proprio nessuno oltre a zia Camilla si trovava fuori casa. Ma da dietro le tende e i balconi l’hanno vista in tanti e hanno osservato che si muoveva piena di dignità, la borsetta nera in mano, i guanti ne-ri, la sciarpa di lana rosso fuoco, il cappello nero di velluto con una piccola falda plissettata, le scarpe dećolleteín tinta, con il piccolo tacco da signora, le calze scure stretch. E il cappotto nero di velluto riccio con i bottoni rossi. Qualcuno mi ha telefonato.”

4 pensieri riguardo “Sabato incipit. Adesso che sei qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...