Blog tour Double quattro. Sinossi, card, estratto

Sinossi ufficiale

Le strade di Daniel e Christine si sono divise.
Entrambi sono blindati in un universo di sofferenza, dove verità accecanti hanno portato il buio nei loro pensieri e non sembra ci sia possibilità di uscire da quel tunnel oscuro.
Ma cosa succede quando i sentimenti ruggiscono togliendo il respiro?
Cosa succede quando le ragioni del cuore non sentono altre voci se non quelle dell’amore?
A quel punto rimane una sola cosa da fare: cedere e ignorare le mille buone ragioni per scappare lontano, cedere e mettere la propria vita nelle mani dell’altro.
Cedere e abbandonarsi all’amore.
E’ esattamente così che comincia il nuovo cammino dei protagonisti di Double che, per arrivare all’amore, percorreranno una strada lastricata di specchi ingannevoli, di angoli bui e di paure con radici lontane, tra segreti e bugie, tra verità e verità apparenti, tra parole non dette e altre urlate nel silenzio.
Ci riusciranno?
Double Quattro è l’ultimo capitolo di una serie mozzafiato, dove niente è come sembra, dove le emozioni si aggrovigliano al centro del petto senza dare scampo e dove, fino alla fine, si rimane con il fiato sospeso.

Estratto

Non la sentì arrivare. Alzò lo sguardo e lei era lì, davanti a lui, avvolta in un maxipull di due taglie più grandi, con le braccia strette intorno al busto e uno sguardo dolce e incerto allo stesso tempo.

“Vieni qua.”
Si avvicinò, sedendosi sulle sue gambe e abbracciandolo.

“Non voglio litigare con te, mi fa star male.”
Gli stava dicendo e lui si scostò prendendole il viso tra le mani, baciandola dolcemente. Aveva un bisogno disperato di lei.
“Ma tu hai idea di quanto sia profondo il mio bisogno di te? Hai idea di quanto tu mi sia necessaria per vivere? No… non lo sai … e io non riesco a dirtelo … a dimostrartelo … riesco solo a tremare davanti ai tuoi occhi… mi sento nudo e, solo quando mi stringi forte non ho più paura, solo quando mi baci non ho più freddo, solo quando mi sciolgo dentro di te mi sento felice … i miei demoni sono ancora qui che mi tormentano … scacciali via, ti prego … baciami e tienimi la mano, sfiora la mia pelle, dammi il tuo respiro …amami come non hai mai fatto prima”.
Pensò in un istante, senza riuscire a pronunciare quelle parole aggrovigliate nei suoi pensieri e nel suo cuore…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...