Recensione. Mai stati così felici

Claire Lombardi

Bompiani

Pagine 700

Prezzo 22,00 €

Sinossi ufficiale

Chicago, anni settanta. David sta per iscriversi a medicina quando incontra Marilyn, studentessa di letteratura. Grande amore istantaneo, rapide nozze, tre figlie in rapida successione, poi, a distanza, la quarta. Una bella casa nei sobborghi; lui medico di famiglia, lei madre a tempo pieno, poi alla guida di un negozio di ferramenta. La fatica ordinaria della vita quotidiana, e quell’amore incrollabile, capace di rinnovarsi, di riaccendersi, di superare le secche e correre rischi e riprendere la sua strada. Una storia esemplare. Ma se i tuoi genitori sono stati così fortunati, o così abili, o tutt’e due le cose, non è detto che tu riesca a imitarli. Anzi. Dopo un’adolescenza complicata Wendy, la primogenita, vedova troppo presto di un marito adorato, cerca vie di fuga nell’alcol e nel sesso facile. Violet rinuncia alla carriera da avvocato per fare la mamma perfetta e scoprire che non lo è. Liza, accademica in carriera, aspetta un bambino che forse non vuole da un uomo che forse non ama. E Grace, la più piccola, nasconde i suoi fallimenti alla famiglia e diventa schiava delle sue stesse bugie. Liti e silenzi, confessioni e non detti, solidarietà e strappi sono le luci e le ombre di tutte le famiglie: niente di strano in questo. Ma l’arrivo di Jonah, quindicenne ombroso dato in adozione da Violet quando era troppo giovane per occuparsene, riporta a galla molte verità nascoste e rischia di incrinare per sempre la gioia inevitabile dei Sorenson.

Recensione

Questo libro ti entra nel cuore prepotentemente, ti cattura con una storia semplice, banale ma per nulla scontata, con una famiglia come tante, piena di amore e di tragedie.

È un romanzo corale con le sue 700 pagine che scorrono velocemente sotto le dita del lettore, avido di sfogliarle per arrivare alla fine.

Ogni personaggio e’ affascinante a suo modo, ci porta ad immedesimarci nel suo dolore e nelle sue gioie, nelle sue paure e nelle sue angosce.

Al centro di tutto c’è una coppia inossidabile, anzi in apparenza inossidabile, David e Marilyn, innamorati da sempre, animati da una passione fisica che non viene meno neanche dopo 4 figlie e il passare di tanti anni trascorsi insieme, fianco a fianco. questa coppia di coniugi è formata da due persone molto diverse l’una dall’altra: David è un padre perfetto, amorevole, presente, affettuoso, dedito al suo lavoro che lo tiene per molto tempo lontano da casa ma è pur sempre un punto di riferimento molto importante per le 5 donne della sua casa; Marilyn ha rinunciato ai suoi studi per seguire la sua famiglia, ad ogni nuovo arrivo in casa è cresciuta, maturata e ha gestito i problemi che le sue ragazze le hanno dato con grande fermezza e coraggio, e’ una matriarca dispensatrice di un amore largo e generoso che si scoraggia difficilmente.

Nonostante le loro differenze il legame che unisce David e Marilyn non si spezzerà mai, neanche davanti ad un momento di debolezza di David, perché è un’unione che va al di là di tutto, del tempo e delle prove che la vita sottopone loro, è un Amore che si basa su di una lunga e complice condivisione della quotidianità.

Il loro amore agli occhi delle figlie è un miracolo, un traguardo da raggiungere troppo elevato che le mette in difficoltà, perché sanno che non riusciranno mai ad avere quello che hanno vissuto i loro genitori.

Poi ci sono le 4 figlie: Wendy con i suoi problemi da adolescente e il suo sogno d’amore che va in frantumi, Violet con il suo passato su cui grava un segreto e la sua mania di perfezione assoluta, Liza e la sua paura del futuro di madre single, Grace la più trascurata secondo me e la più fragile di tutte.

Infine c’è Jonah, il figlio che Violet ha dato in adozione e che piomba all’improvviso nella sua vita perfetta, rischiando di travolgerla e di mandarla all’aria. Il ragazzino viene catapultato in un mondo assolutamente nuovo per lui: dopo essere stato in diverse famiglie affidatarie, si trova in quella che divenne essere le sua famiglia, ne impara piano piano a conoscere i componenti, si sente terribilmente a disagio a casa di Violet ma apprezza molto la sua Wendy, con la sua vita certamente sregolata ma forse meno basata sulle apparenze e sull’immagine di quella della madre biologica, prova un affetto profondo per i nonni, soprattutto per David con il quale instaura subito un rapporto speciale, forse perché sono i soli uomini in un gruppo numeroso di donne.

Questo libro mi ha conquistato fin dall’inizio: ho apprezzato tutto, il legame particolarissimo dei genitori che è solo apparentemente perfetto, le varie fragilità e difficoltà delle 4 sorelle, lo tsunami provocato dall’arrivo di Jonah. È un libro che rappresenta l’imperfezione della vita in tutte le sue sfaccettature. Circa le sorelle non ne ho una preferita e non sono neanche riuscita ad odiare fino in fondo Violet, anzi mi ha fatto molta pena per la sua incapacità di accogliere Jonah nella sua vita, di voler tenere tutto sotto controllo a tutti i costi, mentre quello che ci capita è assolutamente imprevedibile e nessun maniaco del controllo come lei può programmare tutto.

E’ un libro che parla dell’ imperfezione di ognuno di noi, un libro fatto di grandi emozioni e di litigi furibondi, di segreti e riconciliazioni, un libro che parla della vera vita.

Ps. Il romanzo ha fatto innamorare Amy Adams e Laura Dern: le attrici lo produrranno per farne una serie in streaming, di cui potrebbero perfino essere protagoniste.

L’autrice

Claire Lombardo è nata a Chicago, ha fatto l’assistente sociale, vive a Iowa City. Mai stati così felici è il suo primo romanzo e diventerà una serie televisiva.

Estratti

“Intendevo solo… mamma, non siamo tutti come te e papà, capisci?”

Marilyn si ritrasse, ferita. Forse le figlie non si rendevano conto che ciò che avevano lei e David aveva richiesto molto impegno, e da sempre.

“È solo che… Ne parli come se fosse del tutto normale, ma io non ho mai incontrato nessuno che abbia un legame come quello tra voi due.

“Questo si può dire per qualunque legame.”

“Non proprio.”

“Sì, invece. Ogni coppia ha il suo… funziona a suo modo. Con alti e bassi.”

“È ovvio, ma non tutte le coppie li vivono con l’assoluta certezza che nessun basso sarà tanto basso da farla saltare.”

4 pensieri riguardo “Recensione. Mai stati così felici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...