Recensione. Nevernight Alba oscura

Jay Kristoff

Oscar Vault

Pagine 524

Prezzo 20,00 €

Sinossi ufficiale

Mia Corvere, gladiatii, schiava fuggiasca e infame assassina, sta scappando. Dopo i grandi giochi di Godsgrave, finiti con il più audace omicidio nella storia della Repubblica itreyana, Mia si ritrova braccata. Potrebbe non uscire viva dalla Città di Ponti e Ossa. Il suo mentore Mercurio è ora nelle mani dei suoi nemici. La sua stessa famiglia la vuole morta. Ma sotto la città, un oscuro segreto è in attesa. La notte sta per scendere sulla Repubblica, forse per l’ultima volta.

Recensione

Ho letto la trilogia parecchio tempo dopo la sua uscita e ho cercato di non farmi influenzare da tutto il clamore che i libri avevano suscitato.

Nonostante il genere fantasy non sia proprio il mio preferito, questa saga mi ha conquistato, piano piano, perché le prime 100 pagine del primo libro non sono state molto facili, troppe note, digressioni, ritmo lento, stavo quasi per smettere, ma poi la trama si fa più interessante, il ritmo accelera e la pagine corrono veloci.

Il terzo libro innanzitutto si apre con una sezione molto interessante in cui si trovano le informazioni principali dei personaggi trovati nei due libri precedenti e questo mi ha aiutato molto, perché non ho letto il terzo libro subito dopo il secondo.

In questa parte conclusiva della sua storia , Mia scopre delle verità molto dure da accettare sul suo passato e sulla sua famiglia e questo fa crollare tutto il suo mondo e tutte le sue certezze. Il piccolo corvo ci sorprende con il modo in cui affronta i cambiamenti a cui va incontro, con la sua forza e tenacia incrollabili, che la fanno rialzare anche dopo l’ennesima caduta, con la sua paura che la rende assolutamente umana.

La paura era un veleno. Una prigione. La damigella d’onore del rimpianto, il macellaio dell’ambizione, la tetra eternità fra avanti e indietro. La paura era Non posso La paura era Non voglio. Ma non era mai una scelta. Non avere mai paura era non sperare mai. Non vivere. Non amare. Non temere il buio era non sorridere mai quando l’alba baciava il tuo volto.

È un libro che racchiude in se’ moltissimi spunti di riflessione, sull’amore, l’amicizia, il legame tra fratelli, tra genitori e figli, tra insegnanti e discepoli. È un Fantasy che va oltre le caratteristiche tipiche del genere, che conquista pagina dopo pagina.

Mia e i suoi compagni lasciano un vuoto incolmabile nel lettore nel momento in cui si chiede l’ultima pagina, non vorremmo essere costretti a dir loro addio, dopo tre libri e più di 1000 pagine ci si affeziona a loro, alle loro avventure, al linguaggio, si loro modi di dire e non è facile lasciarli andare.

Lotte, combattimenti all’ultimo sangue, tradimenti, rancori, amori perduti e ritrovati, ombra e luce si intrecciano in questo avvincente libro che non fa sentire minimamente il peso delle sue oltre 500 pagine e che ci lascia frastornati, felici per l’esito ma tristi perché abbiamo perso degli splendidi compagni di viaggio.

Estratti

I molti erano uno e lo saranno ancora; una sotto i tre, per elevare le quattro, liberare la prima, accecare il secondo e il terzo.

Non c’è ombra senza luce, Sempregiorno segue notte, A metà tra nero e bianco…»

«C’è il grigio…»

Non puoi sapere quanto è dolce respirare finché non ti hanno rotto le costole. E non puoi apprezzare la felicità finché qualcuno non ti ha fatto piangere. Non ha senso incolpare te stessa per i calci che ti dà la vita. Ti basta pensare a quanto fa male e a quanto non vuoi sentirti più così. E questo ti aiuterà a fare quello che è necessario per vincere la prossima volta.

Ma vivere nei cuori di coloro che ci lasciamo indietro è come non morire mai. E ardere nei ricordi dei nostri amici è come non dire mai addio.

8 pensieri riguardo “Recensione. Nevernight Alba oscura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...