Sabato incipit. La felicità si racconta sempre male

Ma è di nuovo sabato???? Non ci credo!!! Il tempo vola e siamo arrivati ad un altro appuntamento con la mia rubrica sugli incipit.


Oggi vi propongo quello di un libro davvero straordinario che ho letto questa settimana e di cui vi parlerò presto, La felicità si racconta sempre male di Gaudenzio Schillaci dito da Dialoghi edizioni.

Incipit
«Immagino sia questa, l’ultima stazione del mio viaggio».

Nessuno gli rispose. Sul muso allungato gli venne fuori la sagoma di un sorriso. Allargò poi le labbra fino a farle sembrare una linea piatta e monotona pronta a confondersi con l’orizzonte del mare alle sue spalle. Era stanco, così stanco da far scivolare le braccia molli lungo i fianchi e quella smorfia esagerata, plastica, teatrale come fosse stata studiata dal più istrionico dei divi, fu l’ultimo vero sforzo della sua vita. Non aveva idea di dove l’avrebbe portato quell’ultima stazione, né di quanto avrebbe dormito. Non aveva idea se ci sarebbe stato un altrove, al termine del suo ultimo viaggio.


2 pensieri riguardo “Sabato incipit. La felicità si racconta sempre male

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...