Recensione. La moglie perfetta

Roberto Costantini

Marsilio editore

Pagine 448

Prezzo 2 libri a 9,90 €

Sinossi ufficiale

Nel maggio del 2001, a Roma, due coppie, il professore italoamericano Victor Bonocore e la moglie Nicole Steele, il pubblico ministero Bianca Benigni e il marito Nanni. Due matrimoni come tanti, a volte felici, a volte meno. Tra loro una ventenne pericolosa, Scarlett, sorella di Nicole. Intorno, la terra di mezzo del Sordomuto e del Puncicone, gli appalti pubblici, il gioco d’azzardo, l’usura, e la morte atroce di una ragazza, Donatella. Sembra essere l’ennesimo atto di violenza patito da una donna per mano di un uomo violento, l’assassino viene scoperto e giustizia è fatta. O forse no? Quando viene ucciso Victor Bonocore, Michele Balistreri dirige la terza sezione della squadra Mobile e indaga insieme al pm Bianca Benigni. La miscela è esplosiva, le modalità di conduzione dell’indagine contro le sorelle Steele sono fuori dai confini della legge e l’esito è disastroso. L’arresto di Scarlett e Nicole incrina le relazioni tra Italia e Stati Uniti. Tutto finisce male. Nel 2011 una rivelazione inattesa spinge Balistreri a riaprire quel caso rimasto senza colpevoli. Ma se non è tardi per la giustizia, forse lo è per l’amore e per la vita. O forse no.

Recensione

Questo libro mi ha atteso parecchio nella mia libreria, ma ne è valsa la pena. Ho imparato a conoscere il commissario Balistreri e l’ispettore Coppola alias il Nano.

Il primo è un poliziotto che viene da un passato con delle ombre e ha una vita complicata, fatta di donne, whiskey e sigarette, che vuole cancellare quello che è stato, che non ha alcuna fiducia nel futuro, perché crede che l’uomo non sia affatto artefice della sua fortuna, ma recita una parte in uno spettacolo di cui non comprende il senso.

L’altro è un uomo che si esprime in modo molto colorito, ma un ottimo compagno di squadra per il burbero Balistreri.

L’indagine su cui sono chiamati a lavorare è molto articolata e coinvolge il pm Bianca Benigni e suo marito Nanni, psicologo, invischiato con l’uccisione di un famoso professore italoamericano, la bella moglie e la cognata molto spregiudicata.

Forse il personaggio più sorprendente e‘ la Benigni e credo che in parte il titolo alluda a lei: è una figura che nel corso della storia evolve, non è ciò che appare e ci riserva diverse sorprese.

Il libro alterna i capitoli sul commissario a quelli incentrati su Nanni, su sua moglie e sul Sordomuto, un tipo losco che viene dal passato di uno dei protagonisti.

In questo caleidoscopio di punti di vista il lettore si trova a seguire la narrazione con grande entusiasmo, portato a fare diverse congetture che vengono prontamente smentite dagli sviluppi del caso. Niente lascia intuire quella che sarà la risoluzione del mistero ed è questo che rende il libro davvero molto interessante e coinvolgente.

L’autore

Ingegnere, consulente aziendale, ha lavorato per società italiane e internazionali nel campo impiantistico e ha conseguito il Master in Management Science a Stanford (California). È oggi dirigente della Luiss Guido Carli di Roma dove insegna Business Administration.
È autore per Marsilio della Trilogia del Male con protagonista il commissario Michele Balistreri, già pubblicata negli Stati Uniti e nei maggiori paesi europei, premio speciale Giorgio Scerbanenco 2014 quale «migliore opera noir degli anni 2000». Con La moglie perfetta è stato finalista al premio Bancarella 2016.
In precedenza aveva pubblicato con Franco Angeli saggi destinati ai professionisti e alle università: Gestire le riunioni con Maurizio Castagna nel 1996 e Negoziazione. Come trasformare le tecniche negoziali in abilità istintive con Raffaele Carso nel 1998.
Il suo quinto romanzo, Ballando nel buio (Marsilio 2017), ha nuovamente come protagonista il Commissario Balistreri. Nel 2020 pubblica con Longanesi Una donna normale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...