Recensione. Quando i diversi siamo noi

Angelo Nairod

LFA Publisher

Pagine 104

Prezzo 14,00 €

Sinossi ufficiale

“Abituarsi alla diversità dei normali è più difficile che abituarsi alla diversità dei diversi”. Questa frase di Giuseppe Pontiggia, folgorante nella sua verità, piacerebbe a ognuno dei personaggi tratteggiati da Angelo Nairod. La costante che anima ogni racconto è senza dubbio la diversità, che partendo dalla differenza genetica si trasforma, a seconda dei casi, in difformità comportamentale, culturale o sociale. Eppure la chiave di lettura per ognuno di questi racconti sta proprio nella reazione inaspettata dei protagonisti, che infondono nuovo senso al proprio stato di diversità.

Recensione

Questa raccolta di racconti ci porta a fare un viaggio nella diversità che può assumere molteplici aspetti. Da sempre quello che non conosciamo e che è diverso da come pensiamo che dovrebbe essere ci fa paura, ci spaventa, a volte ci atterrisce e ci fa chiudere in noi stessi, ostili e diffidenti verso chi ci circonda.

Nairod ci presenta varie situazioni in cui il diverso spaventa, come la storia di Lily, la ragazzina albina che vuole essere lasciata brillare, quella della cartomante che regala speranza alle persone, quella di Patty Louisiana Peggy Smith e il suo bisogno di amore, quella di un bambino e una signora dagli occhi di ghiaccio che si incontrano e si tengono compagnia, infine quella dei degenti in un ospedale, racconto che in questo particolare periodo che stiamo vivendo mi ha colpito moltissimo.

Il lato che accomuna tutti i protagonisti di queste storie è la sofferenza e la fragilità, che poi non caratterizza solo questi “diversi” ma tutti gli essere umani che durante la loro esistenza si scoprono deboli, spesso indifesi, a volte addirittura inermi di fronte a quello che incontrano durante il cammino della loro esistenza. Nessuno è esente da dolori e fallimento, ma siamo sempre poco indulgenti verso gli altri e solo quando tocca a noi ci lamentiamo e imploriamo pietà e compassione.

Ammiro molto gli scrittori che riescono a condensare passioni e sentimenti in poche pagine. Scrivere un racconto è un’abilità molto complessa e Nairod ha dimostrato di possederla perfettamente.

L’autore

Nato nel 1988 a Napoli, vive in provincia di Salerno, dove lavora nel suo studio di nutrizione come biologo nutrizionista. Laureato in Biotecnologie e Biologia presso l’Università del Sannio nel 2015, si è trasferito per un anno a Madrid e Barcellona, per studiare le tecniche di riproduzione assistita. Accanto alla sua carriera di biologo da più di dieci anni si dedica alla fotografia. Le sue fotografie sono state esposte in vari paesi del mondo, tra le ultime ricordiamo la sua personale del 2016 a New York, presso la Galleria ARTIFACT e la partecipazione alla Biennale D’arte Contemporanea di Salerno nel 2018. Da sempre avido lettore, si dedica con passione alla scrittura, in cui esprime il suo mondo interiore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...