Recensione. Città irreale

Cristina Marconi

Ponte alle Grazie

Pagine 261

Prezzo 16,80 €

Eccomi con un altro libro preso con il prestito bibliotecario e che fa parte della mia #roadtopremiostrega2019.

Sinossi ufficiale

Nel 2008, quando lascia l’Italia, Alina ha 26 anni: Roma le sta stretta e lei non ama limiti e definizioni. La sua meta è una Londra finora sognata, che si trova proprio alla vigilia della crisi, nell’ultimo momento di porte aperte e possibilità infinite per la sua generazione. Fra piogge improvvise e sprazzi di sole, inerzie e incontri fortunati, trova un lavoro più promettente di quello che ha lasciato da noi e inizia a farsi strada nell’unica società a cui spera un giorno di appartenere .Per lei, credeva, l’identità è un concetto fluido, da piegarsi a piacimento. Scopre che non è così quando entra in scena Iain, giovane medico inglese, e con lui il suo giro di amici. Alina se ne innamora ma il riserbo britannico di lui e l’ostinazione di Alina nel guardare solo al futuro alzeranno la prima barriera fra la ragazza e il suo mondo elettivo. Perché anche Iain ha conosciuto più di un altrove. Nei tardi anni Novanta, a neppure vent’anni, lui e la giovane Vicky avevano lasciato le loro belle case londinesi per andare a vivere in Italia lavorando come volontari. Il fantasma di quel periodo ha ombre lunghe che toccano Alina, costretta a misurarsi con una realtà più inafferrabile del previsto e con il rischio costante di restare sospesa fra due mondi.

Recensione

La crisi economica e Londra fanno da sfondo a questo romanzo in cui si intrecciano le vie di Alina e Iain tra il 1999 e il 2016.

Londra è la città dove per uno straniero e difficile integrarsi, perché i suoi abitanti lo tengono sempre un po’ a distanza. Alina vi si è trasferita per cercarvi qualcosa di grande e di bello, la sua nuova casa le appare come “un luogo senza storia in cui però intravede il suo futuro, da cui muovere i primi passi nella vita multiforme e tentacolare.” Questa cita la affascina anche perché li’, come nel resto dell’Inghilterra, si lasciano i figli liberi di fare ciò che vogliono senza pretendere che seguano la vita tracciata per loro dai genitori.

Con una scrittura fluida e morbida, la trama scorre velocemente tra passato e presente. In particolare il passato di Iain ci aiuta a capire meglio la sua personalità attraverso il racconto del suo rapporto con Vicky. Lei è istintiva, irrazionale, mentre lui è più saggio, posato e solido, sono due felicità che non si incontreranno mai veramente. Tra loro c’è uno strano legame: si conoscono da sempre, si bilanciano, ma tra loro ad un certo punto manca empatia e calore e subentra l’abitudine. Il fantasma di questa storia aleggia sulla relazione tra Iain e Alina e i segreti non rivelato rischiano di distruggerla.

Alina è una donna inquieta, che spesso preferisce non decidere e attendere che sia il tempo a farlo per lei, che lascia Roma e una lavoro relativamente stabile per un futuro incerto ma emozionante in una città dove succede tutto.

Iain invece è un personaggio tranquillo, chiuso e riservato che si trascina dietro gli strascichi della relazione con Vicky.

Su tutto domina Londra, con la sua aria fredda, i suoi ristoranti etnici, i quartieri bene e quelli più periferici.

Un libro che come romanzo d’esordio mostra una buona capacità di raccontare due mondi che si incontrano in una città moderna.

L’autrice

Vive dal 2011 a Londra, da dove scrive di politica, economia e cultura per Il Messaggero, Il Foglio e altre testate. Laureata in Filosofia alla Scuola Normale Superiore di Pisa, ha vissuto anche a Parigi e per molti anni a Bruxelles. Città irreale (Ponte alle Grazie 2019) è il suo primo romanzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...