Recensione. Le verità sepolte

Angela Marsons

Newton Compton editori

Pagine 381

Prezzo 9,90 €

 

Non ho resistito neanche stavolta al richiamo del mio genere preferito, i thriller e sono corsa ad accaparrarmi l’ultimo libro di una delle mie autrici preferite, Angela Marsons.

Sinossi ufficiale

Quando, durante uno scavo archeologico, vengono rinvenute alcune ossa umane, uno sperduto campo della black country si trasforma improvvisamente nella complessa scena di un crimine per la detective Kim Stone. Non appena le ossa vengono esaminate diventa chiaro che i resti appartengono a più di una vittima. E testimoniano un orrore inimmaginabile: ci sono tracce di fori di proiettile e persino di tagliole da caccia. Costretta a lavorare fianco a fianco con il detective Travis, con il quale condivide un passato che preferirebbe dimenticare, Kim comincia a investigare sulle famiglie proprietarie e affittuarie dei terreni del ritrovamento. E così, mentre si immerge in una delle indagini più complicate mai condotte, la sua squadra deve fare i conti con un’ondata di odio e violenza improvvisa. Kim intende scoprire la verità, ma quando la vita di una sua agente viene messa a rischio, dovrà capire come chiudere al più presto il caso, prima che sia troppo tardi.

Recensione

Questo libro è il sesto della serie dedicata al detective Kim Stone e alla sua squadra.

Qualcuno potrebbe pensare che ormai non c’è più niente da scoprire nella personalità della protagonista o che questa ennesima indagine non aggiungerà niente a quanto è già stato detto o raccontato nei testi precedenti. Invece non è così.

Innanzitutto stavolta Kim deve separarsi dai fidati membri della sua squadra che per lei sono quasi una famiglia, Bryant, Stacey e Dawson, impegnati ad indagare per conto loro sul suicidio di un ragazzino e su un’aggressione a sfondo razzista su un emigrante polacco. Nel frattempo Kim deve lavorare insieme ad una sua ex conoscenza su alcune ossa ritrovate in un campo.

Lo svolgimento dei due filoni di indagine si dipana con un ritmo molto coinvolgente e uno stile al quale la Marsons ha abituato i suoi fan e che non delude mai, ma quello che più mi ha colpito e’ la tematica che l’autrice ha scelto di trattare: i crimini d’odio.

 Wikipedia ci dice che “i crimini generati dall’odio o più semplicemente i crimini dell’odio, dall’inglese “hate crimes”, ricomprendono tutte quelle violenze perpetrate nei confronti di persone discriminate in base ad appartenenza vera o presunta ad un gruppo sociale, identificato sulla base, dell’etnia, della religione, dell’orientamento sessuale, dell’identità di genere o di particolari condizioni fisiche o psichiche.

Come è possibile che ancora oggi le persone vengano giudicate in base al colore della pelle o della loro religione? Come è possibile che l’uomo non abbia ancora imparato a non temere chi non conosce? Perché ci sono persone che devono soffrire e vengono perseguitate semplicemente perché non sono uguali alla maggioranza?

Per una vita intera aveva dovuto gestire la propria differenza. Nel corso del tempo la pelle si era indurita contro ogni insulto. Ma questo era un altro ostacolo che la separava da una qualsiasi parvenza di “normalità”

C’è molto su cui riflettere in questo libro!

L’autrice

Ha esordito nel thriller con Urla nel silenzio, bestseller internazionale ai primi posti delle classifiche anche in Italia. La serie di libri che vede protagonista la detective Kim Stone prosegue con Il gioco del male, La ragazza scomparsa, Una morte perfetta, Linea di sangue e Le verità sepolte. Vive nella Black Country, in Inghilterra, la stessa regione in cui sono ambientati i suoi thriller. I suoi libri hanno già venduto più di 3 milioni di copie. Per saperne di più: www.angelamarsons-books.com

Un pensiero riguardo “Recensione. Le verità sepolte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...