Recensione. Luce d’autunno

Paoletta Maizza

Può un oggetto antico o dimenticato nell’angolo buio di un garage dare vita al più straordinario dei momenti della vostra vita? Io vi dico di sì. Basta un pizzico di fiducia, quella che in genere manca quando a occhi sbarrati percorriamo la nostra vita senza renderci conto che ci sta scivolando via davanti.

A volte mi piace alternare la lettura di romanzi con quella di raccolte di racconti o racconti brevi e questa novella che mi è stata gentilmente offerta dall’autrice è stata una piacevole compagnia

Sinossi ufficiale

Una breve Novella, così breve da poter sembrare un sogno. Forse lo è. Uno dei tanti sogni che faccio spesso e che poi diventano storie.
Vi chiederete perché scriverla. 
Io non mi faccio mai domande e scrivo per seguire quella è l’energia che mi lega al mondo a cui devo per forza dare ascolto.
Così in queste pagine vi lascio qualcosa che mi spinge ogni giorno a svegliarmi, a guardare intorno e dentro di me.
E voi? Lo fate mai?
Approfittando di giorni passati a letto forzatamente, non ho potuto fare a meno di pensare di più a me e ho racchiuso miei due romanzi inediti di qualche anno fa, da cui poi è nato Con la pioggia d’autunno, in queste pagine.
I personaggi non hanno nulla a che fare, ma in qualche modo chi lo ha letto ne troverà similitudini.
Adesso vi lascio ad una piccola magia.
Scoprite qual è.

Recensione

Il breve racconto di Paoletta Maizza è un salto nei ricordi dolce e romantico, una storia che ci cattura con la semplicità delle situazioni che narra e con la profondità dei sentimenti che provano i protagonisti, con la bellezza dei colori e del paesaggio in cui le vicende si svolgono, tra ulivi centenari e muretti a secco. È un inno a godere dei piccoli attimi di perfetta felicità che la vita ci mette davanti, un invito a soffermarci su quei momenti che troppo spesso facciamo passare senza coglierne al volo tutte le potenzialità.

Questo racconto ci insegna che niente accade per caso e che le cose migliori capitano a chi non se le aspetta. Chiamiamolo destino, karma o in qualsiasi altro modo, ma la sostanza non cambia: quello che era stato scritto per noi prima o poi troverà il modo di realizzarsi.

Ps. Non lasciatevi ingannare dal titolo, il racconto è ambientato in estate ma la luce autunnale è fondamentale nello sviluppo della storia, è quello che l’ha messa in moto.

L’autrice

Paoletta Maizza è nata a Mesagne nel 1977, si è trasferita con la famiglia a Ceglie Messapica, dove vive tuttora e dove ha studiato presso il Liceo Classico. Ama dipingere, leggere e creare. Ha lavorato come maestra d’arte e origami con bambini e adulti. Ha pubblicato ufficialmente il suo primo romanzo Pioggia d’autunno con Lettere Animate nel 2016, da allora ha scritto altri romanzi.

Estratti

Una volta arrivati in Puglia, da qualsiasi parte del mondo voi veniate, non potrete mai negare di esserne stati completamente stregati, catturati, imprigionati. Dove la terra brulica di ulivi centenari e vigneti profumati. Dove la terra arsa dal sole nella calura estiva si spacca e lascia intravedere i nidi delle formiche che cercano di fare scorta per l’inverno, sono cresciuta qui all’ombra degli alberi da fico e dei faggi. Nutrendomi della pioggia che arriva fredda e silenziosa quando meno te lo aspetti non appena inizia Settembre. Non riuscirete a trovarmi in un altro luogo che non sia questo.

L’arte, come gli oggetti antichi o lasciati nascosti da qualche parte è capace di catturare questo… l’eternità.

[…] da bambini si vive di cuore… da adulti si vive di testa.

Tutto quello che accade intorno a noi da banale è diventato speciale, ma la banalità stessa per noi non è mai esistita. Le pozzanghere lasciate dalla pioggia improvvisa riflettono i nostri ricordi e le foglie secche cadute sui marciapiedi e bagnate sono particolari della città che spesso sfuggono ai suoi abitanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...