La citazione del giorno

Buon martedì, amanti della lettura!

Anche oggi si rinnova l’appuntamento con una frase tratta da uno dei libro che ho letto, La scuola della carne di Yukio Mishima.

“Davanti a lei c’era il solito viso giovane di Senkichi, ma non aveva il fascino oggettivo che si può provare per il corpo di un uomo al quale ci si comincia ad abituare. No, era un fascino magnetico, sempre più ambiguo, sempre più totalizzante. Qualcosa in lui l’aveva rapita e non sapeva se sarebbe riuscita a separarsene. La sua voce, un gesto banale, il suo sorriso, un’abitudine insignificante come la smorfia esitante che faceva ogni volta che accendeva un fiammifero e ne ammirava la fiamma… Non poteva lasciar andare tutte queste cose che, soprattutto da quando avevano iniziato a convivere, si erano incollate al cuore di Taeko come vischio. Se qualcuno le avesse estirpate con la forza, la sua pelle si sarebbe lacerata fino a sanguinare.”

La storia, come molte altre che vengono dal paese del Sol levante, è estremamente malinconica: una trentanovenne divorziata e benestante si innamora di un giovane barista e spera di tenerlo per sempre legato a se’ con mille trucchetti e stratagemmi a volte penosi.

Il passo che ho scelto mi ha portato a riflettere sulle relazioni tra uomini e donne e su quello che ci attrae dell’altro.

A volte siamo affascinati da qualcosa di insignificante come un gesto o un semplice sguardo che agli occhi degli altri risultano trascurabili, ma per noi sono semplicemente straordinari. Quel gesto e quello sguardo all’apparenza banali entrano a tal punto dentro di noi, ci conquistano in modo così irrimediabile che sentiamo che non possiamo più farne a meno, non possiamo stare un solo giorno senza.

Purtroppo però quando una storia finisce quel gesto e quello sguardo susciteranno in noi delle reazioni molto dolorose, ci mancheranno come l’aria e ci farà male rievocarli, poi man mano che il tempo passa li ricorderemo con nostalgia.

Appuntamento a martedì prossimo con una nuova citazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...