Novità editoriali da Kimerik edizioni

Oggi vi propongo una carrellata di testi editi dalla Casa editrice Kimerik: dalla vita di due imperatori bizantini, alla coraggiosa biografia di un giovane affetto dal disturbo bipolare, passando attraverso una storia d’amore e una suggestiva raccolta di poesie, il lettore ha la possibilità di trovare il testo più congeniale ai propri interessi.

Fra i vari sovrani che si succedettero a capo dell’Impero bizantino, Michele IV detto “il Paflagone” fu uno dei più originali e degni di interesse. Di umilissime origini, egli riuscì rapidamente ad arrivare al vertice del potere, grazie alla complicità di due personalità allora importantissime: lo scaltro fratello, Giovanni l’Orfanotrofo, e l’imperatrice Zoe, già avanti con gli anni, che si innamorò di lui al primo sguardo. Nonostante la giovanissima età e il disturbo epilettico di cui soffriva, Michele si dimostrò fin da subito un uomo di grande valore, sia sul trono che sul campo di battaglia. Con dovizia di dati storici e fine accuratezza storiografica, l’opera illustra la parabola di questo imperatore e della sua consorte Zoe Porfirogenita, la quale ricoprì un ruolo di primo piano nella Costantinopoli di allora, già avviata verso la decadenza ma incredibilmente affascinante a livello socioculturale. Una lettura molto coinvolgente, in virtù del sapiente intreccio fra vita pubblica e privata dei due protagonisti, fra rievocazione storica e fiction.

Note autore:Nato nel 1977 a San Bonifacio (VR), Giannantonio Zambon è sempre stato appassionato di storia antica e medievale. Negli ultimi anni si è dedicato in particolare a studi approfonditi sull’Impero bizantino, nucleo tematico della sua attività letteraria. È l’autore del pregevole saggio storico Basilio II Bulgaroctono (2019).

Vent’anni, una vita davanti. All’improvviso il buio: qualcosa s’impossessa di Davide. L’oscuro male prende il nome di ‘disturbo bipolare’. Ma Davide è un ragazzo forte, curioso, determinato, inarrestabile, e sarà capace di guardare in faccia il ‘male’ con sguardo lucido e critico, restituendoci una lettura che ci permetterà di scorgere, sempre e comunque, l’altra faccia della medaglia. 

L’autore Giornalista e studente di Giurisprudenza, Davide Coita ha maturato la passione per la cosa pubblica già tra i banchi di scuola. A soli ventun anni, una diagnosi mutata in ‘disturbo bipolare’ cambierà radicalmente la sua vita.

Anna è una ragazza normalissima, con una vita tranquilla divisa tra il lavoro, la famiglia, gli amici e la sua gatta Tina. In un pomeriggio di giugno incontra in un parco del proprio paese Thomas, che si trova lì per lavoro. Tra di loro è subito attrazione e i due iniziano così a frequentarsi. La loro felicità, però, verrà ostacolata da una persona misteriosa che vuole separarli a tutti i costi. Una storia moderna, coinvolgente e con un finale inaspettato.

Note autore: Nicoletta Rossana Franchi è nata a Saronno (VA) nel 1973, vive a Gerenzano (VA) con il marito Claudio e la figlia Sara di 8 anni. Lavora come impiegata commerciale sempre nella provincia di Varese. Nel febbraio 2019 ha pubblicato Una vita senza, un racconto breve sulla propria famiglia, per il Concorso letterario “Racconti Lombardi” della Casa Editrice Historica. Nel mese di giugno dello stesso anno, sempre con la Casa Editrice Historica, pubblica per il Concorso letterario “Favole e fiabe” un racconto breve per bambini dal titolo Sally e Danny due funghetti perfetti.

Nella Weltanschauung della nuova raccolta di poesie di Lucia Ferrara c’è un’arresa all’ignoto, “dove piano piano ogni cosa/ tende a scomparire”, ma è proprio da questo atteggiamento che si evince la maturità di pensiero della scrittrice. Qui, i sensi offrono la via attraverso la quale l’attività del pensare e del volere si eleva finalmente al Vero, desiderio che seduce il ricercatore, veracità di cui si parla con venerazione e, nello stesso tempo, con disilluso tremore. Non cerco più strade rivela un anelito verticale verso l’alto che tradisce il tentativo di rifugio intimo delle raccolte precedenti. La parola poetica rimane nel viaggio, ma esce dalla forma per aprirsi alla domanda di senso.

Note autore:Con il libro Memorie lente, Lucia Ferrara nel 2014 arriva tra i cinquanta semifinalisti del premio letterario “ilmioesordio” nella sezione “Poesia” (Gruppo Editoriale L’Espresso), mentre con il libro Prigione d’ambra arriva tra i dieci finalisti dello stesso premio. Lucia Ferrara collabora con la rivista letteraria “Nova”, nella quale ha anche pubblicato alcuni racconti (tra i quali Forse è l’aria del paese e La fortuna veste di bianco), e con il racconto I colori dell’anima vince il premio “Lupi editore”.

2 pensieri riguardo “Novità editoriali da Kimerik edizioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...