Rewiew party. Non chiamarmi Lolita

Irene LeGentil

Literary romance

Pagine 208

Prezzo 13,00 €, eBook formato Kindle 1,99 €

Chiudo gli occhi e scaccio tutti quei pensieri perché devo vivere nel presente, non nel passato. Posso sbirciare a volte, fingere che mia madre sia ancora viva per avere il suo supporto, ma non posso farlo per sempre. È pericoloso rimanere in quel territorio, potrei non uscirne più e dimenticarmi di vivere.

Oggi partecipo alla tappa del rewiew party dell’ultimo libro di Irene LeGentil che ho letto grazie alla collaborazione con la casa editrice Literary romance.

Trama

da Amazon

Alana Portinari ha un unico grande sogno: vincere ai campionati nazionali di ginnastica ritmica. 

Coltiva questa disciplina fin da bambina senonche’, a causa della prematura morte della madre e per un infortunio che la allontana dal podio delle gare, la sua carriera subisce un arresto. 

Decisa a rimettersi in gioco, Alana è costretta a lavorare di notte per pagarsi la retta dell’esclusiva palestra in cui si allena e, sotto mentite spoglie diventa la provocante ballerina Lolita di un night club. Qui incontra Derrick, atleta di fama mondiale, con cui inizia una relazione. Ma lui è anche il suo nuovo coach e le cose non vanno come dovrebbero. 

Mentre il campionato si avvicina, Alana dovrà far chiarezza in se stessa prima di tutto, dovrà imparare ad acquisire fiducia verso il prossimo e capire se sarà all’altezza del proprio obiettivo: vincere la Nazionale con le sue uniche forze, la tenacia e la determinazione.

Recensione

Questo libro ci manda un messaggio positivo sulla speranza e la perseveranza, ci insegna che tutti possono cadere, non solo metaforicamente, che la vita spesso ci tratta male, ma non bisogna arrendersi mai e continuare a lottare per raggiungere i propri sogni.

Alana è un personaggio estremamente coraggioso: è riuscita a riprendersi dopo un brutto incidente e soprattutto dopo la morte della madre; ha dovuto trovare un lavoro per pagare le bollette, perché non poteva contare sul padre, depresso e alcolizzato, ma fare la pol dance in un night non è proprio il massimo e soprattutto le procura un sacco di guai; riesce ad avere il coraggio di fidarsi di qualcuno e di affidargli il suo cuore. Ha imparato sulla sua pelle che la vita non ti regala niente e che se vuoi qualcosa devi guadagnartelo.

Mi è piaciuta molto questa ragazzina tosta e caparbia, che non molla e continua a mettercela tutta per raggiungere i suoi obiettivi, anche se la vita e le persone continuano a deluderla.

[…] le scelte degli altri non possono influire sulla mia vita, solo io sono la padrona del mio destino e non ho intenzione di consegnarlo a nessuno.

[…] Perché per me è questo che è la ginnastica, un sogno che diventa realtà. O almeno, lo era quando ancora riuscivo a volare sulla trave, a saltare senza la paura di cadere a terra. Ma ora è troppo tardi per arrendersi, insomma, sono arrivata fino a qui! Mia madre non vorrebbe che mollassi, lei odiava chi non inseguiva i suoi sogni. Il mio obiettivo, più che arrivare ai Nazionali, è quello di renderla fiera di me nonostante tutto. Ormai ho rinunciato a papà, ma nulla mi convincerà ad abbandonare il ricordo di mia madre.

Il protagonista maschile, Derrick, il suo allenatore/amante, è troppo stereotipato per i miei gusti: il classico sciupafemmine che lascia dietro di se’ una scia di cuori infranti, che si porta a letto indiscriminatamente tutte le donne che incontra e poi un bel giorno decide di cambiare per amore.

Questo personaggio e la sua storia con Alana sono gli aspetti del libro che mi sono piaciuti di meno perché sono un po’ un cliché già letto e sentito.

L’autrice

Irene LeGentil è una scrittrice veronese appassionata di letteratura romance e fantasy.

Tutto è iniziato quando da piccola si è trovata tra le mani una copia di Harry Potter e la pietra filosofale, da lì è nato il suo amore per la parola scritta, la magia e l’avventura. 

Studia lingue all’Università di Verona, ama viaggiare, leggere, risolvere cubi di Rubik e iniziare serie tv che non finirà mai.

Per lei ogni giorno è un nuovo capitolo degno di essere vissuto e raccontato.

Per la Literary Romance fa il suo esordio con il romanzo: “Non chiamarmi Lolita”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...