Rewiew tour. La stagione dei narcisi

Scarlett Douglas Scott

Literary romance

Pagine 192

Prezzo 9,10 €, eBook formato Kindle 2,99 €

“Ognuno di noi nasconde le proprie cicatrici. Voi sotto la barba, io sotto un falso nome. Lo facciamo perché siamo spaventati, terrorizzati da quello che potrebbe accadere se mostrassimo la nostra vera natura. Ma dentro di noi sappiamo con certezza ciò che siamo, è chiaro e limpido. È luminoso. E questa luce che nascondiamo dentro non può restare per sempre occultata. È come una diga che non riesce più a contenere l’acqua del fiume. Voi e io siamo simili, Rodhry. Risplendiamo e allo stesso tempo temiamo di essere visti per ciò che siamo.”

In collaborazione con la casa editrice Literary Romance oggi vi propongo un nuovo titolo, l’ultimo libro di Scarlett Douglas Scott.

Trama

Ambientato tra l’Italia al tempo dei moti carbonari e l’Inghilterra della Reggenza, il libro racconta le vicende di due donne, madre e figlia, e del loro legame possessivo e succube. Sofia Arisi è una giovane pittrice proveniente da una famiglia borghese che si è innamorata di un sovversivo e che per le sue idee politiche è costretta a scappare dall’Italia con la madre Maddalena per non finire tra le grinfie della Polizia austriaca. Le due donne cambiano nome e arrivano in Inghilterra dove le loro vite si incroceranno prima con Vera, una malinconica artista che nasconde un segreto, e poi con il Barone Brecon che le invita presso la sua dimora per far dipingere a Sofia il ritratto della sorella. La madre però, ansiosa di trovare una sistemazione per la figlia e la tranquillità economica per entrambe, combina un matrimonio di convenienza tra Sofia e il Conte Mersey, amico di Brecon. Nel frattempo la polizia austriaca si mette sulle tracce delle due donne e arriva a scoprire il loro rifugio.

Recensione

Anche questo romance mi ha trascinato nella lettura e mi ha incuriosito molto perché oltre alla solita storia d’amore a lieto fine, dopo varie peripezie e colpi di scena, la storia è contestualizzata perfettamente nel periodo storico dei moti carbonari in Italia e delle persecuzioni dei dissidenti da parte della Polizia asburgica.

Inoltre è molto interessante soffermarsi sul carattere di Sofia e della madre Maddalena e sul rapporto che le lega.

La prima è una ragazza che si fa trascinare dall’amore per un carbonaro, in cui forse vede una sorta di eroe e si fa coinvolgere da lui nelle proteste contro gli Asburgo, facendosi riempire la testa di idee nelle quali forse non crede veramente, ma le ha accettate solo per amore.

Sofia ha uno straordinario talento per la pittura, la sua amicizia con Vera rafforza questa sua passione e le fa apprendere nuove tecniche molto importanti per la sua carriera.

La ragazza aveva la capacità di vedere oltre le apparenze, sotto tutte le maschere, di estrarre l’essenza autentica delle persone che osservava.

Maddalena è una donna fredda e manipolatrice, che ripone nella figlia tutte le sue speranze di riscatto sociale dopo essere stata costretta ad abbandonare in fretta e furia l’Italia. Non si fa scrupoli ad usare Sofia come merce di scambio quando si tratta di combinarle un matrimonio e di assicurarsi un futuro tranquillo dal punto di vista economico, senza tener conto dei sentimenti della ragazza.

Il rapporto tra di loro cambia nel corso del romanzo: all’inizio la figlia è succube della madre e fa tutto ciò che questa le ordina, anche perché si sente in colpa, dato che hanno dovuto lasciare l’Italia per colpa sua, ma poi pian piano trova il coraggio e anche l’amore e riuscirà a sfuggire al controllo.

Consiglio vivamente questo libro a chi vuole leggere una bella storia d’amore ben contestualizzata e non banale.

L’autrice

Scarlett Douglas Scott è il nome d’arte di Solange Mela, autrice di lungo corso presente nel mondo editoriale da vent’anni. Le sue prime pubblicazioni si concentrano sul genere noir/paranormale con la saga di Savanne in tre volumi, pubblicata prima con Effedue Edizioni e successivamente con Edizioni Domino. Contemporaneamente esordisce con una raccolta di racconti storici ambientati nella provincia di Piacenza che accentrano l’attenzione sulla famiglia Scotti Douglas, opera che le avvale il Premo di Autore dell’anno 2008, medaglia d’argento e Laurea ad Honorem rilasciata dall’Accademia Internazionale “Francesco Petrarca” di Viterbo. Nel 2006 fonda la casa editrice Domino, pluripremiata dal Premio Cittadella e Premio Italia per le opere di genere Fantasy, lanciando nel mercato editoriale paranormal fantasy autori come Paola De Pizzol, Adriana Comaschi, Chiara Negrini e il collettivo XOMEGAP, per il genere SF Claudia Tonin, per la spy story Monica Lombardi e per gli storici Virginia Parisi. Ritiratasi dal commercio, Scarlett D. Scott è tornata a dedicarsi alle proprie produzioni, concentrandosi sul tema storico ottocentesco con Ospite Inatteso e amministrando i gruppi fb Regency & Victorian e 800 Italia–Vita & Letteratura Segue i corsi avanzati di scrittura creativa, sceneggiatura e storytelling condotti da Alessandro Forlani. Per Dri Edizioni pubblica una versione della Divina Commedia in chiave fantasy dedicata ai ragazzi delle scuole medie, la dilogia “Dante–Fuga dagli Inferi” e “Dante–Luce dalle Tenebre”. Appassionata di temi ecologici e sociali, pubblica il romance contemporaneo “Ho vinto te–Christmas Island” ambientato in un atollo del Pacifico durante il terrificante ciclone del 2008, territorio utilizzato negli anni ’50 dal governo americano per esperimenti nucleari, e di cui sta scrivendo il seguito. Con La ragazza del Sundown Blues Café apre la serie dei contemporanei “musicali”, dove amore, avventura e musica si intrecciano scandendo il ritmo del cuore e della passione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...