Recensione. La gabbia dorata

Camilla Lackberg

Marsilio

Collana:  Giallo Svezia

Pagine 410

Prezzo 19,90 €

Quante volte sarebbero state tradite? Quante volte avrebbero visto infrangersi i loro sogni? Gli si snodava davanti una lunga collana di cattiverie maschili. L’esperienza di dover restare in secondo piano, di essere giudicate in base al proprio aspetto fisico, l’aspirazione a adeguarsi alle aspettative e a compiacere …era questo ad accomunare le donne di ogni età, paese ed epoca.

Finalmente dopo tanto tempo sono riuscita a leggere questo libro della Lackberg che mi aspettava da un po’ sugli scaffali della mia libreria.

Trama 

Faye si è lasciata un tragico passato alle spalle e ora ha tutto quello che una donna potrebbe volere: una marito ricco ed affascinante, Jack, una bambina meravigliosa Julianne, una casa favolosa che ha arredato personalmente con molta cura, un esercito di baby sitter e tanto tempo libero da passare con le amiche a bere cocktail o a fare shopping.  Ma tutto questo è solo un’illusione destinata a sparire in fretta e quando il marito la lascerà sola e senza un soldo, inizierà a maturare la sua vendetta, stanca di essere stata umiliata, oppressa e tradita.

Recensione

Vedere un uccellino o un qualsiasi altro animale in gabbia è sempre un triste spettacolo: per quanto possa avere tutto ciò di cui ha bisogno a disposizione, gli manca una cosa fondamentale, la sua libertà. E questa è la situazione di Faye: la sua esistenza  ha ben poco di perfetto, è una donna che si è annullata per compiacere il marito, che ha rinunciato ai suoi studi e ai suoi sogni per restare a casa ad occuparsi della bambina o del suo aspetto fisico, che viene sostituita con una donna molto più giovane e magra dal marito che non si fa tanti scurpoli di lasciarla senza il becco di un quattrino, anzi la insulta e la incita a trovare un lavoro per guadagnarsi da vivere come tutti.

Il rancore covato in tanti anni di silenzi e sottomissione pian piano però darà i suoi frutti e, memore anche degli orrori del suo passato, Faye presenta a Jack un conto salatissimo, mettendo a punto un piano diabolico e perfetto.

Guardare  avanti e basta, mai  indietro. Avrebbe impresso una svolta a quella situazione. Aveva più forza di quanto non immaginasse suo marito. Aveva recitato abbastanza a lungo la parte del sesso debole. L’aveva fatto perché era quello che serviva a Jack, ma si era resa conto che era il momento di prendere le redini senza che lui lo capisse. Non era il genere di uomo a cui piacesse farsi comandare.

Il finale e’ semplicemente sorprendente!

Questa volta non ci troviamo davanti al classico thriller in cui ci sono un omicidio, delle tracce da seguire, un’indagine e dei detective (anche se il libro si apre con il ritrovamento di una macchia di sangue che fa sospettare il compimento di un omicidio), ma abbiamo a che fare con un noir molto raffinato e mozzafiato, dal ritmo ora calmo e pacato ora veloce ed elettrizzante, sconvolgente soprattutto nei capitoli in cui Faye racconta in prima persona la sua infanzia e il suo passato e nelle parti in cui si svelano i retroscena della sua vita con Jack, tutto quello che si nasconde dietro alla facciata di perbenismo della ricca società svedese, perfetta in apparenza, ma in realtà cinica e vuota. Una società in cui ciò che conta sono l’aspetto fisico e il conto in banca, valori che ormai sono alla base anche del resto del mondo occidentale, sempre più ricco e in cerca di ancora più ricchezza, in una corsa sfrenata dove apparire conta più dell’essere.

La Lackberg si conferma ancora una volta una scrittrice straordinaria, capace di penetrare nella psiche dei suoi personaggi, di portarci nei meandri tortuosi della mente della protagonista, fino a scandagliare nel torbido che si cela dietro la sua apparente fragilità.

L’autrice

Da Wikipedia

Camilla Läckberg una scrittrice svedese  i cui romanzi si svolgono all’interno di o intorno al paese in cui è nata e cresciuta, Fjällbacka, sulla costa occidentale della Svezia.

Dopo gli studi in economia a Göteborg si trasferisce nella capitale Stoccolma  dove lavora nel marketing, attività che abbandona per dedicarsi a tempo pieno alla scrittura che già costituiva una sorta di hobby.

Läckberg ha pubblicato dieci romanzi e due collezioni di novelle. La sua serie di libri è stata una delle più vendute in Svezia e anche a livello internazionale. In totale Camilla Läckberg ha venduto venti milioni di copie e la sua serie è stata venduta in cinquanta paesi.

2 pensieri riguardo “Recensione. La gabbia dorata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...