Recensione.Cuore di lupo

Chiara Casalini

Astro edizioni

Pagine 273

Prezzo Kindle 3,99 €

Nulla accade per caso, ora lo so. Anche il male e il bene di ogni azione, di ogni persona, sono relativi alla profondità degli occhi e della conoscenza di chi l’osserva. La consapevolezza di ciò è fonte di questa strana quiete che impregna il mio spirito, una pace che non è finzione, né passeggera. Tanto più è profonda la cognizione dell’esistenza perpetua di ogni anima, tanto più tutto ciò che è accaduto, per quanto osceno e orripilante, ha un fine. Il carnefice diventa solo un maestro, a sua insaputa, per la vittima che attende giustizia.

Oggi vi presento questo fantasy romance molto particolare che ho potuto leggere grazie alla disponibilità dell’autrice che me ne ha fornito una copia.

Trama

Cleo è una ragazza inquieta, dalla vita complicata dalla perdita della madre e dalla presenza minacciosa di un patrigno violento. Poi nella sua vita irrompe Sebastian con la sua passione e il suo lato oscuro, che la salva, la trascina nei boschi, la inserisce nella sua famiglia e le svela la sua vera natura.

Recensione

L’inizio del libro è molto piccante con una lussuriosa scena di passione tra Cleo e Sebastian che non mi è dispiaciuta affatto.

Cleo è un personaggio molto complesso, il trattamento che il patrigno le ha riservato dopo la morte della madre l’ha fatta sentire inadeguata, sporca, sbagliata e questo ha avuto un grande peso sulla percezione di se’ e sul suo rapporto con gli altri. Poi l’incontro con Sebastian la scuote dal torpore, la fa uscire dalla gabbia in cui era rimasta intrappolata fino ad allora e le apre un mondo completamente nuovo. La ragazza non fa alcuna fatica ad affezionarsi a Sebastian anche se intuisce in lui dei lati nascosti, dei segreti.

Non so chi sei, se un angelo, un demone o entrambi. Lo siamo tutti in quella parte di noi che soffochiamo in un’esistenza comune, per non sentire l’anima gridare la verità. Non esiste luce così intensa da non dar vita a ombre e il buio risveglia, invece, paure d’antiche origini.

[…] Dopo poco da quella stessa oscurità vedo emergere una creatura imponente, spaventosa, coperta da un manto scuro; si muove in posizione eretta, ma ha la forma di un animale. La paura mi assale, togliendomi il fiato e lasciandomi impietrita. Sbarro gli occhi nel vederlo avvicinarsi silenzioso, ma mi trattengo a stento dallo scappare e non mi spiego il motivo, finché non distinguo un feroce muso di lupo, su cui spiccano due grandi occhi verde scuro, che brillano riflettendo la Luna.

La scoperta della natura del suo ragazzo all’inizio la sconvolge ma poi la accetta, così come viene accettata nella sua famiglia di origini tedesche e poi scopre di avere un cuore di lupo e di appartenere ad un branco di origine norvegese.

Quello che più mi ha colpito è il richiamo della Natura, la cui voce Cleo percepisce molto nitidamente.

Mi fermo ad ascoltare un nuovo racconto, non con orecchie umane, ma con il mio spirito. Pian piano prendono forma nella mia testa immagini, suoni, odori, quasi sento il vento che scuote gli alberi leggero e le gocce d’acqua che cadono al suolo, dissetandolo. Quale immensa pace in una visione tanto ampia dell’esistenza, non di una vita umana, bensì quella del mondo stesso, che si srotola oltre la memoria e oltre il pensiero futuro. Un tempo senza tempo con passato, presente e futuro in unione perfetta. Un cerchio eterno, un ciclo continuo. Quanti segreti la terra cela agli occhi degli uomini che non vogliono ascoltare, che hanno dimenticato il suo splendore e la sua importanza. La cosa più strana è che tutto è nascosto in piena luce e basta poco per sollevare questo sottile velo. Eppure, anch’io ci ho messo tanto a comprenderlo. Certo, io ho represso la mia natura tanto a lungo da perdermi nell’ipocrisia di una società falsa e inadatta alla vita stessa. Quale assurdità… quanta stupidità. Adesso la terra non è più fredda, il suo tepore s’irradia tutt’intorno a me, una luce vibrante che mi attraversa con delicatezza, rilassando i muscoli. Sento questo tocco che ha del divino con tutta me stessa e reagisco placandomi, i miei pensieri si fanno sempre più lontani, divenendo bisbigli che svaniscono in un dolce silenzio.

È questo contatto con la madre Terra che riporta la ragazza in sintonia con se stessa, la rigenera, le dà forza e coraggio, una nuova consapevolezza e comprensione del suo potere e del suo posto nel mondo.

La storia d’amore di Cleo e Sebastian per certi versi mi ha ricordato quella di Belle e Edward di Twilight, con l’aggiunta del terzo incomodo che in questo libro è rappresentato dal cugino di Sebastian, Hansi, ma per il resto mi ha molto affascinato, perché è una sorta di romanzo di formazione, in cui Cleo matura e prende coscienza delle suo essere e delle sue capacità.

L’autrice

Dal sito chiaracasalini.altervista.org

Sono nata nel lontano ’77 e ho sempre amato la musica, inventare storie e l’arte.  
Ho intrapreso gli studi al Liceo Classico per amore verso le materie umanistiche, ma dopo il terzo anno ho deciso di seguire la vena artistica traslocando all’Istituto d’Arte.  
Ho lavorato per 10 anni come grafica pubblicitaria e commessa, parallelamente all’attività di cantante e songwriter coi Wild Angel (1998-2013). 

Cresciuta nell’ambito della stregheria locale contadina, a 16 anni mi sono dedicata allo studio dell’esoterismo, sondando diversi aspetti sia teorici che pratici.

Nel 2005 ho intrapreso un percorso nell’ambito marziale tradizionale giapponese (Aikijutsu). Una manciata di anni dopo, ho ripreso lo studio della tradizione nordica, delle Rune e dello sciamanesimo-guerriero. 

Nel 2012 ho esordito come scrittrice con Loquendo Editrice (no EaP) con “Scarlet – Morire per vivere”. 

Le mie pubblicazioni

5 curiosità su Chiara

  • Il mio amore per la lettura è nato con il Diario di Anne Frank.
  • Il primo libro della trilogia di Scarlet doveva essere solo il background del mio personaggio per un gioco di ruolo.
  • Cuore di Lupo ha avuto inizio da una sfida di poesia, ma mentre scrivevo il primo capitolo, ho capito di voler raccontare una storia per me importante.
  • Nei miei romanzi non possono mancare le emozioni e dei messaggi, seppur sia a discrezione del lettore la loro interpretazione.
  • Amo investire il mio tempo nello studio e nella ricerca tra miti, leggende e lingue diverse, soprattutto antiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...