Recensione. Amore e popcorn

Belle Landa

Pagine 225

Preorder: 0,99 € https://www.amazon.it/Amore-popcorn-Belle-Landa-ebook/dp/B07VTL64T5/

Sbaglio se voglio petali rosa e un grande amore che mi riempia il cuore? Perché devo accontentarmi?

Eccomi con una lettura in rosa molto divertente, una piacevole compagnia in queste calde giornate estive.

Trama

Agatha lavora in un’azienda dove ha dovuto rinunciare al suo sogno di seguire la sua passione, ossia la carriera di giornalista cinematografica. Il suo incontro-scontro con il bell’Alessandro la travolgerà e le cambierà la vita, con la complicità del destino e di una nonnina ottantenne arzilla e un po’ invadente.

Recensione

Se cercate un romanzo rosa che trasudi miele e cuoricini ad ogni pagina, questo libro non fa per voi.

L’autrice ha scritto un testo contemporaneo, molto urbano e realistico, su una ragazza che per questioni economiche rinuncia alle sue aspirazioni lavorative e sceglie un lavoro di ripiego.

L’unica che sappia quanto mi pesa questo impiego, ripiego di una carriera abbandonata da giornalista per bisogno urgente di soldi. In cosa ero specializzata? Ovviamente cinema. Dopo la morte prematura di mia madre non ho voluto ingerenze economiche da parte di parenti e pur di pagare l’affitto eccomi qui rinchiusa in quattro mura e senza un film da vedere o una star da intervistare. Un’estrosa farfalla a cui hanno tarpato le ali troppo giovane.

Agatha è vecchia dentro, sente che avrebbe fatto meglio a vivere al tempo delle dame e dei cavalieri, dell’amore cortese, ma capisce anche che non può continuare a vivere la sua vita aspettando di incontrare il principe azzurro, oppure accontentandosi di un bel ragazzo che la adora o infine morendo mortificata dietro ad un lavoro che non le piace.

A volte bisogna avere il coraggio di buttarsi, di correre dei rischi e di cambiare completamente rotta, per non aver rimpianti, per non dover chiedersi come sarebbe andata se avessimo intrapreso una strada anziché un’altra.

Dirò una banalità, ma devo ancora trovare me stessa. Sono così insoddisfatta, infelice e stanca. È ora di cambiare, rincorrere i miei sogni, fare qualcosa solo per me. La mamma sarebbe così triste nel vedermi qui statica. Ho smesso di credere, di sognare, di vivere. Devo partire da zero, dalla sera in cui se ne è andata via per sempre, portandosi dietro un pezzo della mia anima.

Il personaggio di Alessandro forse è un po’ scontato e prevedibile, ma credibile: il collega bello e affascinante, terribilmente sexy ed intelligente, che pian piano si scioglie ma fino ad un certo punto, perché non è facile aprirsi completamente agli altri e svelare le nostre paure o i nostri segreti.

Le due figure che ho amato di più, oltre ad Agatha, sono la nonna che cerca di spronarla in ogni modo a vivere la propria vita fino in fondo è il compagno della nonna, che le dispensa delle vere e proprie perle di saggezza, degli insegnamenti che ha imparato sulla propria pelle, degli incentivi a cogliere l’attimo e a non rimandare tutto sempre a domani.

Una bella lettura estiva, uno stile carezzevole e diretto che accompagna in modo piacevole le nostre giornate sotto l’ombrellone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...