#domenicarecensisco. Il fiume

Peter Heller

Solferino libri

Pagine 247

Prezzo 17,00 €, eBook Kindle 9,99 €

In collaborazione con la Solferino libri e Bookrepublic, ho letto questo thriller di Peter Heller pubblicato il 13 giugno scorso.

Trama

Wynn e Jack sono due amici che intraprendono un viaggio in canoa lungo il fiume Waskwa fino alla baia di Hudson. I due esperti canottieri si imbattono in un incendio delle proporzioni gigantesche che sta minacciando il loro percorso, due uomini palesemente ubriachi dai quali si allontanano molto velocemente e una coppia che litiga furiosamente. La situazione precipita fino al finale imprevedibile.

Recensione

Sono una grande appassionata di thriller, mi piacciono le indagini, la caccia all’uomo, l’analisi paziente delle tracce e degli indizi, l’arrovellarsi frenetico della mente dei detective.

Tutto questo in questo libro non c’è: c’è un mistero da risolvere legato alla coppia litigiosa, ma occupa una parte esigua del raccolto a mio parere e per il resto ci sono solo lunghe e tranquille descrizioni del percorso compiuto dai due giovani e molti flashback per farci capire il loro stile di vita e le loro storie passate.

Questo indugiare nelle bellezze naturalistiche del Canada selvaggio ha tolto suspense al racconto, gli ha fatto perdere mordente, la narrazione rallenta bruscamente quando invece dovrebbe trascinare il lettore verso la prosecuzione della lettura o la conclusione.

Mi è piaciuta la parte in cui si parla dell’amore dei due protagonisti per la lettura.

Avevano quello in comune, lui e Wynn, uno sguardo letterario sul mondo. O quantomeno l’amore per i libri, che fossero poesia, narrativa o resoconti di spedizioni. Wynn era un laureando in lettere vero, che seguiva un sacco di corsi di letterature comparate, soprattutto francese. Jack era iscritto a ingegneria ed estremamente a suo agio con la matematica, ma per il resto seguiva qualunque corso avesse a che fare con la poesia o i romanzi, e in particolare aveva adorato fin dall’inizio letteratura americana. Si erano incontrati addirittura prima dell’inizio delle lezioni, durante un’escursione organizzata dall’orientamento matricole, una gita di quattro giorni zaino in spalla nelle White Mountains. Lui e Wynn si erano spinti più avanti del gruppo senza mai smettere di chiacchierare, di canoe e fiumi e arrampicate, ma anche di Thoreau che faceva il bucato dall’altra parte del laghetto in faccia a Emerson e di Faulkner che era un ubriacone orrendo e un donnaiolo e se La primavera e tutto il resto fosse altrettanto valido e importante della Terra desolata.

L’autore

Dal sito solferino.it

Peter Heller lavora da tempo per NPR – National Public Radio e scrive per «Outside Magazine», «Men’s Journal», «National Geographic Adventure», «Bloomberg Businessweek».

Il fiume è il suo quarto romanzo, dopo The Painter (finalista del Los Angeles Times Book Prize e vincitore del prestigioso Reading the West Book Award), Celine e Le stelle del cane, bestseller internazionale con traduzioni in più di venti lingue (in Italia, Rizzoli 2013). Ha pubblicato diversi memoir, fra cui Kook: What Surfing Taught Me About Love, Life, and Catching the Perfect Wave (2010), con cui ha vinto il National Outdoor Book Award for Literature.

Ha conseguito il Master of Fine Arts dell’Iowa Writers’ Workshop in Poetry and Fiction e vive a Denver, Colorado.

2 pensieri riguardo “#domenicarecensisco. Il fiume

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...