Collaborazione. Segnalazione.La cicatrice perfetta

Paola Zeta

Bookabook editore

Prezzo 12,00 €, eBook 6,99 €

Oggi voglio proporvi questo testo di Paola Zeta pubblicato in crowdfunding con la casa editrice Booksbook.

Trama

Demetra è musona, scostante e bisogna stanarla dal credito affettivo che ritiene avanzare dal mondo.
Dai pub dublinesi alle colline maremmane, passando per il ghetto di Roma, la cosa che le viene più facile è fare la valigia, sfilarsi i jeans con soggetti dei quali difficilmente ricorda il nome, e trattare le persone – specie il genere maschile – come bug evolutivi, esclusi i suoi eterni amici Matteo e Anna.
Ma è proprio attraverso le vite degli altri, oltre al fortuito inciampare nell’invadente sorriso fosforescente di Alessandro, che avrà modo di guardare i suoi lividi non come un dolore ancora pulsante bensì come una guarigione sulla quale camminare.
Ammesso e non concesso che il granitico atteggiamento da figlia delle tenebre si lasci scalfire.

L’autrice

Romana dal sangue misto (mezza Milano e mezza Livorno si contendono le piastrine, unite solo quando gorgheggia il Vernacoliere delle grandi occasioni), bionda come glassatura, ma camionista nel ripieno, scrive fin da quando ha imparato a tenere la penna in mano.
Alle elementari le maestre premiavano le sue poesie simili ad haiku, ed ha accarezzato per parecchio tempo l’idea di diventare poetessa, fin quando la madre le ha lavato la testa con un poderoso bagno di realtà “Bello, a mamma, ma er pane come pensi di portarlo a tavola?”.
Si è dunque dedicata ad attività più prosaiche, mai interrompendo la produzione personale che ha raggiunto il prossimo con l’avvento dei Blog e dei Social Network.

Il suo blog personale è online dal 2004, e porta il rassicurante nome de “Il Cuore In Pasto“, il quale tradisce grande passione per il quinto quarto e la cucina romana tutta.

Perché ho scritto questo libro?

Mi piace pensare che i sogni nel cassetto abbiano un tempo di decantazione durante il quale maturano e fermentano, fino a non riuscire a starci più.
Il mio è sempre stato scrivere, e dentro il primo lavoro a cui ho dato un capo e una coda ci ho messo tutte le cose che piacciono a me: pub, birra, Irlanda, Roma, amici, cibo. E un paio di nodi sciolti strada facendo, che mi auguro di qualche utilità per chi, un po’ in guerra col mondo, alla fine, c’è sempre stato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...