Raccontarsi donna

AA VV a cura di Tiziana Mallardo

GM Press

Pagine 60

Prezzo 13,00

Trama

In collaborazione con GM Press ho letto questo volume curato da Tiziana Mallardo, dedicato

Alle Donne che si sono raccontate, a quelle che lo faranno e alla loro immensa forza di rinascere ogni giorno. agli Uomini per meglio comprendere e rispettare le molteplici sfumature dell’universo femminile.

Il testo è composto di lettere o poesie scritte al proprio corpo con lo scopo di capire che cosa sia un corpo, che cosa rappresenti per una donna e se valga quanto quello di un uomo. Si sente il bisogno di vita, di uscire dai propri pensieri bui, di scavare per cercare la bellezza, la saggezza e la vitalità che nessun cambiamento può offuscare e la rinascita della donna attraverso i quattro elementi, acqua, terra, vento, fuoco.

Si parla di corpi esibiti, corpi censurati, corpi sbagliati, corpi malati, corpi interrotti, corpi dilaniati.

Non lavate questo sangue, narratelo dipingetelo suonatelo celebratelo perché il sangue con l ’acqua può anche andar via ma non smetterà mai di ridestare i nostri sonni di scardinare i cancelli di lacerare i pensieri perché quel sangue dilania appieda tormenta e attende pieno di ingenua speranza che qualcuno finalmente dica: “Sono stato io, chiedo perdono”. Ma nessuno parla, nessuno ammette, nessuno confessa, nessuno riconosce il Male fatto e fatto fare, e continua a lavare via ogni cosa sempre con un po’ d ’acqua… Per questo tutto tace e il Male ride deride e trionfa perché solo nei sotterranei del mondo, non c’è acqua che possa annegare quel sussurro, quel coro sommesso che sottovoce non smetterà mai di piangere… il sangue loro il sangue tuo il sangue mio.

Ci sono lettere di scuse, di rimpianti, di amore, lettere in cui ci si mette a nudo, cosa non sempre facile e scontata, lettere dolorose e arrabbiate ma sempre indulgenti in questo dialogo sul se’ con se’.

Non ho mai pensato a te. È da poco tempo che ho scoperto una bella cosa. Tu sei la dimora della mia anima. Non lo sapevo. T i ho trattato male, hai dovuto portare pesi enormi. Fragile ed esile nel tempo della giovinezza. Non ti apprezzavo. Guardavo solo i difetti che madre natura mi pose, all’atto della nascita. Scusami. Perdonami. Ne abbiamo passate tante. Oggi stanco e acciaccato da mille pesi. Segnato da indefinite avventure. R icordati di essere indomabile come il mare e forte come l ’Everest. Solchi scavati sull’epidermide, sono segni visibili del tempo.

Recensione

I racconti sono uno sguardo sulla femminilità e sull’essere donna, su ciò che questo comporta, sulle sue sofferenze, le sue fatiche quotidiane, le sue paure, le sue ansie, le sue angosce.

Sono 14 testi di autrici che si sono guardate fuori e dentro, allo specchio e attraverso lo specchio, fino nel profondo della propria anima, immergendosi nei suoi abissi e tornando in superficie con un segreto prezioso: la loro essenza.

A raccontarsi sono insegnanti, poetesse, giornaliste, artiste che hanno avuto il coraggio di annotare ogni segno del tempo, ogni ferita, ogni ruga, ogni cicatrice, ogni lacrima, ogni gioia con un linguaggio intimo e profondo, dando vita ad un dialogo dolente ma necessario, ad uno sfogo a tratti straziante e atroce, ad un racconto dell’anima e del corpo per l’anima e il corpo, perché siamo fatti non solo di spirito ma anche di carne, sangue e ossa.

La curatrice

Tiziana Mallardo è appassionata di arti, sport, viaggi, cucina ed eco sostenibilità ambientale. Studi di Architettura, progettista e arredatrice di interni, ha progettato e arredato vari appartamenti e ha collaborato come consulente immobiliare, tecnico e arredamento per imprese di costruzioni e studi di ingegneria. Dal 2010 al 2018 ideatrice e fashion designer del marchio Magie di Tricot, brand sartoriale da lei creato e selezionato come eccellenza del Made in Italy e come Arte da indossare entrando nella schiera dei designers di Artistars Jewels. Partecipa a fiere Nazionali, Fashion Week milanese e Casa Sanremo. Si forma come event creator presso il prestigioso Castello Odescalchi di Bracciano sotto la guida di Sanda Panzda. Presidente dell’Associazione culturale indipendente, apolitica e apartitica For Art e ideatrice del format culturale ‘Magie di Tricot for art: contaminazioni di arti a favore della cultura’ aprendo l’Atelier a personalità creative della cultura di fama nazionale e internazionale. Contestualmente crea il format Art&Craft laboratori di Arte. Ideatrice e curatrice del primo contest letterario della sua associazione dalla cui raccolta di scritti di autrici varie nasce il suo primo testo: Raccontarsi Donna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...