Il libro di Christopher

Autore RJ Palacio

Editore Giunti

Pagine 120

Prezzo 10 €

ISBN 9788809816695

Quando un amico ha bisogno di noi facciamo tutto quello che possiamo per aiutarlo, giusto? Non possiamo essere amici solo quando ci conviene. Un’amicizia importante vale sempre la pena di un piccolo sforzo in più.

Siamo al secondo spin off del libro Wonder. Quest’ultimo, da cui è stato tratto l’omonimo film, racconta la storia di Auggie Pullman, affetto da una grave malformazione facciale, che inizia per la prima volta in vita sua a frequentare una scuola e deve fare i conti con la realtà al di fuori della sua famiglia. Il libro di Christopher racconta in parte la storia di Auggie attraverso la voce del suo migliore amico. I due si conoscono fin da piccoli, dato che le loro mamme avevano fatto amicizia mentre li aspettavano e con il tempo diventano amici. A loro si erano uniti anche Zack e Alex, ma i loro incontri si sono diradati dopo l’inizio della scuola materna, perché i bambini hanno cominciato a frequentare istituti diversi. Inoltre Christopher si è trasferito e non ha visto più Auggie, ma alla fine capirà che è importante avere un amico su cui poter contare nel momento del bisogno.

Christopher racconta come lui non avesse mai capito quanto Auggie fosse diverso dagli altri, finché un giorno al parco giochi un bambino ha visto il suo amico e ha cominciato ad urlare e a piangere terrorizzato. Con il passare del tempo, quando andava insieme ad Auggie a cena o al parco, Christopher si accorgeva che tutti fissavano prima Auggie poi lui, cercando di capire cosa avesse che non andava e questo gli dava molto fastidio.

Essere amico di Auggie poteva essere molto complicato, a volte.

I capitoli del libro sono la narrazione in prima persona di una giornata del protagonista, alternati ad altri in cui lui ricorda episodi passati della sua vita legati ad Auggie . Il tutto con l’intensità e il candore tipico di una ragazzino di 10 anni che è molto legato al suo amico, ma nello stesso tempo si vergogna un po’ di questa amicizia, perché attira su di lui gli sguardi e a volte la riprovazione degli altri. Per Christopher non è facile dover scegliere tra essere amico di Auggie e magari perdere l’approvazione degli altri, oppure abbandonare il suo vecchio amico e coltivare nuove relazioni. Non sempre riusciamo ad essere fedeli ai nostri amici, ma solo comprendendo appieno il vero significato del rapporto che ci legai essi vediamo le cose sotto la giusta prospettiva e li mettiamo prima di ogni altra nostra esigenza.

Sicuramente un po’ della verve del primo libro della serie in questo testo è andata perduta e Christopher risulta un personaggio meno interessante ed intrigante di Auggie o del cattivo della situazione, Julian, a cui è stato riservato il secondo libro della Palacio.

Aspettiamo di vedere quali sorprese ci riserva l’ultimo testo, Il libro di Charlotte!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...